Consulenza multidisciplinare integrata per le PMI

Innovazione, dove sei?

“L’innovazione è l’implementazione di un prodotto nuovo o significativamente migliorato (sia esso un bene o un servizio), o di un processo, un nuovo metodo di marketing o un nuovo metodo organizzativo in ambito di business, luogo di lavoro o relazioni esterne.” (Wikipedia)

A riguardo voglio presentarvi un breve riassunto dell’intervento di Daniele Marazzi degli Osservatori del Politecnico di Milano , organizzato da Zerouno e sponsorizzato da HP Enterprise Italia. L’ho trovato interessante, come spesso mi capita con gli Osservatori.

La cosa fondamentale è aver ben chiara la differenza tra innovazione e invenzione: l’innovazione arriva sul mercato e si misura con esso, l’invenzione è il prodotto del genio umano, ma non necessariamente avrà diffusione o magari non adesso, non subito.

Per innovazione si intende sia l’introduzione di nuovi prodotti o servizi che la azienda vende ai suoi clienti sia cambiamenti nella organizzazione della struttura o del modi produrre o del ciclo di lavoro.


 

Il ruolo della digitalizzazione nella innovazione è rilevante in quanto tecnologia “disruptive”, come lo sono stati l’invenzione della macchina a vapore e la nascita della tecnologia elettronica.

Il suo impatto sulle attività non informatiche, sulle quali ha già operato, è spesso caratterizzato da un punto di rottura che stravolge il settore (basta pensare alle agenzie di viaggio, oggi sostituite dai siti di prenotazione online, o all’autonoleggio con conducente, sotto la pressione di servizi come Uber, per non dire del commercio, della musica, della editoria, dei quotidiani…).

Il successo della connettività mobile (straordinario in Italia), dei circuiti social e dell’ecommerce è già sotto gli occhi di tutti, mentre ancora non è compreso, ma non ci vorrà molto, l’impatto della IoT e dei pagamenti in mobilità, del paradigma delle Smart Cities e Smart Working… e cos’altro? Realtà aumentata e auto senza conducente?


Seconda nota: è dall’alba dell’Uomo che la tecnologia cresce ed aiuta nel lavoro, partendo dal singolo fino ad arrivare a strutture obiettivamente molto complesse; ma ha sempre alleggerito i compiti più pesanti e/o “time consuming”?
Alla fine del II millennio il volume di documentazione mosso nell’economia reale e nella produzione/distribuzione di beni e servizi ha invertito questo trend positivo.
La risposta della tecnologia è la digitalizzazione, che torna a far crescere prepotentemente la produttività.


Che questo sia un bene o un male non è argomento di adesso, ma una impresa, qualunque sia, non può non considerare che il mondo cambia, e cambia in fretta; e che adattarsi, cambiare o meglio adottare un paradigma di cambiamento continuo è necessario per sopravvivere.

E, da non dimenticare mai, l’impresa è fatta di uomini; ed appena si ingrandisce è immediatamente fatta di unità distinte, con approccio e cultura diversi (che dipendono in parte, ma non solo, dal loro leader, che non coincide sempre col capo).
E come gruppo si riconosce la loro propensione più o meno positiva al cambiamento e al posizionamento rispetto alle tecnologie digitali, qui declinate secondo gli assi della motivazione e della preparazione.

Inquadrare le unità secondo queste cifre permette di evidenziare l’attività più importante tra formazione tecnica o motivazionale.

Classificandole con nomi fantasiosi ma significativi non si cambia la necessità di “progettare” il cambiamento usando il percorso migliore; è valido per le unità organizzative come per l’intera azienda se è una PMI (o una Startup) ancora destrutturata.

Pietro Molina

(liberamente tratto da Zerounoweb – School of Management del Politecnico di Milano.pdf) di Daniele Marazzi.

Condividi:

Questo sito impiega cookies anonimi per facilitare la navigazione e per statistica. Continuando a leggere o cliccando su Accetta acconsenti alla PRIVACY POLICY

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi