Oltre il sito - cos'è una webApp – Match2Grow

Consulenza multidisciplinare integrata per le PMI

Oltre il sito – cos’è una webApp

segue da questo articolo

Una webApp è come la luce, che si presenta sotto forma di onda o di particella a seconda del contesto. Una w.a. è una pagina web oppure una applicazione, dipende dal contesto… per essere esatti il nome è “Progressive web app” o PWA.

  • Una PWA ha un URL, indistinguibile da una pagina web, con i vantaggi della semplicità di diffusione (più semplice che un click…) e del non dover passare dallo store (e ignorare le differenze tra Apple, Android e residui)
  • Una PWA lavora rapidamente anche se la connessione è instabile, lenta o addirittura assente, come se fosse una app, con il vantaggio di poterla usare sempre e ovunque.
  • Una PWA – se lo sviluppatore non è impazzino – è più piccola di una applicazione e risparmia spazio prezioso nella memoria dei clienti-utenti.
  • Una PWA – se lo user vuole – ha la sua bella icona pronta ad ingombrare lo screen, per essere cliccata facilmente – tanto quanto una vera app.
  • Una PWA risponde all’input molto più prontamente di una pagina web, è quasi indistinguibile da una app.

La tecnologia che fa da sfondo [service workers] si occupa di memorizzare ciò che serve attraverso le capacità messe a disposizione dai browser, in maniera che la pagina acceda alla memoria locale sollevando l’applicazione stessa dal compito di sincronizzare i dati con quelli del server che ospita la pagina PWA. Da qui il nome di progressiva, in quanto le prestazioni crescono mano a mano che la applicazione viene usata e tutte le funzioni vengono richiamate. Le modifiche apportate, siano il layout del vostro catalogo prodotti o la promozione dell’ultimo vostro prodotto, raggiungono l’utente senza necessità di un suo intervento.

I contro: ci sono limitazioni sull’uso dell’hardware del telefono/tablet/computer, ma sono le stesse che incontra una applicazione non sviluppata per una specifica piattaforma; e c’è un server che distribuisce le informazioni, mentre una app non ne necessita. Poca cosa in confronto ai vantaggi.

Praticamente tutti i browser moderni le supportano, anche per Safari (il browser Apple) che finora aveva bisogno di (poche) istruzioni particolari, è stato annunciato il supporto per i service workers; non ci sono controindicazioni a che questo divenga lo standard de facto per le applicazioni commerciali.

Approfondimenti:
Wikipedia: Progressive_web_app
Qualche esempio (raccomandiamo questo)

Cosa facciamo noi

Condividi:

Questo sito impiega cookies anonimi per facilitare la navigazione e per statistica. Continuando a leggere o cliccando su Accetta acconsenti alla PRIVACY POLICY

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi